IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 A domanda rispondo...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: A domanda rispondo...   Gio Mag 17, 2012 3:14 pm

Ciao ragazzi,
dal forum della porta accanto e in via privata mi si chiedono un paio di cose a proposito del Il Minuto Secondo o a proposito di quanto ho risposto su Rolling Stone.
In ogni caso, qui, se e quando vorrete, risponderò alle vostre domande...

Per ora rispondo a queste:
Che tipo di metrica è stata usata in "I don't love you"?
- Dunque, anzitutto il testo di "I don't love you" è l'unico testo, tra gli inediti, di Mauro Mazzetti (a parte una breve incursione in "Mayday"): mentre lavoravo a Memorabilia era mia intenzione aggiungere alla lista delle canzoni un inedito che fosse sullo stesso stile (di cui parlerò dopo), che avesse in qualche modo le stesse caratteristiche delle altre canzoni scelte. Così, sulla scia di "Sonnet 18", di Shakespeare, Mauro mi mandò quel bellissimo testo scritto in endecasillabi tronchi (rimato), proprio come i sonetti shakespeariani.
Il brano poi, musicalmente soprattutto, ha preso un'altra piega e mi è piaciuto così tanto che mi è sembrato giusto inserirlo in Viglia, alla fine, come trait d'union delle due parti.


Cosa intendi per “similitudine vittoriana” come hai scritto nell’intervista su Rolling Stone?
- La scelta dei brani di Memorabilia non è casuale: anche se ho pescato nella memoria del mio tempo, con l'aiuto di Alessandro Russo ho scelto i brani in base a un principio di somiglianza che nella mia testa era "Alice nel paese delle meraviglie". Trovo però che la descrizione di Lùthien (del "Fu") sia perfetta - lei che si aspetta una risposta da me ha dato l'interpretazione migliore:

"...molti dei brani da lui riadattati erano estremamente noti in epoca liberty e poi vittoriana in Inghilterra, non solo in contesti teatrali ma anche più comunemente nelle case private di nobili e alta-media borghesia, erano suonati durante le serate, le riunioni tra amici e famigliari e via dicendo..."

Mi fa molto piacere questa (giusta) interpretazione perché vuol dire che il mio intento è stato raggiunto. Anche le canzoni di Sting e degli XTC che fanno parte di Memorabilia hanno quell'aria, nonostante siano state scritte negli ultimi vent'anni. Naturalmente io e Alessandro Russo (soprattutto) abbiamo fatto in modo di rendere tutto uniforme a quel senso.

Grazie e a presto,
FC
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
liut

avatar

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Gio Mag 17, 2012 6:48 pm

Grazie, invece io volevo chiederti il perchè di questa citazione in Mayday

* "il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare"
(Jorge Luis Borges, da "Luna di fronte")

ovviamente quando ripassi da qui
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Gio Mag 17, 2012 7:16 pm

Prego :-)

Mayday è una richiesta d'aiuto, una sequenza di paragoni tra le cose che si vedono e le cose che si sentono (non con l'orecchio, col cuore). Quella citazione rispecchiava benissimo questa dualità, il mare come qualcosa di così evidente, presente, enorme, influente... eppure indecifrabile.
Tutto quello che vediamo, in realtà, può sfuggire alla nostra comprensione, nonostante può sembrarci ovvio.
La frase che segue, dopo la prima volta che Federica Sala canta quella citazione, dice infatti "Hai detto niente il mare, sopruso d'acqua e sale..."

Aggiungo qui anche la mia svista su regency/liberty...
e aggiungo ancora che in un primissimo momento ogni canzone di Memorabilia doveva essere aderente a un momento del giardino di Alice, all'inizio della storia. Tanto che in Silent Worship ho messo il rumore delle api, della gente che parla e di un quartetto che accorda gli strumenti. La cosa in sé, da un punto di vista immaginifico, è rimasta. Poi ha avuto la meglio l'idea del tempo, sono stato impossessato da coniglio... Sono andato più in profondità nella mia vita piuttosto che citare una storia già molto consumata e citata seppure meravigliosamente carica di significati e di estetismi.

Saluti,
FC
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
liut

avatar

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 12:41 pm

Quale tra i brani di Memorabilia è quello che hai amato di più cantare?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 12:50 pm

liut ha scritto:
Quale tra i brani di Memorabilia è quello che hai amato di più cantare?

Ho una leggera preferenza per Silent Worship e Eine kleine Fruhlingsweise ma devo dire che sono tutte melodie splendide, in qualche modo difficili per la loro natura classica, ma assolutamente piacevoli da cantare.

Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 1:08 pm

Si è perso il messaggio che avevo inviato...
lo riscrivo


spero di NON averti offeso con quello che ho scritto di là.

Non è la verità
ma è sinceramente la mia opinione.
quello ho sentito io.
Non l'ho cercato e non l'ho voluto.
e' successo però

davvero mi è capitato di perdere, di tanto in tanto, la tua cifra stilistica ed di inciamparmi del mondo morgan e Battiato
come se camminassi in una strada lastricata (il tuo stile!) e che manchessero qualche blocco di roccia.Il piedi così cade e tocca il selciato sottostante, quello passato.
Questa è un immagine che può rndere.
Perchè il battuto sottostante della strada è quello che permette al lastricato di essere ed ho ho immaginato dei blocchi mancanti non degli affioramenti dal passato...
ho immaginato l'inciampare non il cercare.


Perlavo con amico che anche lui scrive e componi canzoni.
mi diceva della sofferenza che procura scrivere certi testi e del fatto che anche la ricerca di un suono può provocare una crisi e far male.
Mi diceva che , qualche volta stanco dal tanto cercare e scavare, poteva capitare di andare in soluzioni che consoceva e che sapava potevano piacere che anche a lui davano soddisfazione comunque.
Come se in certi attimi si decidesse di fare la cosa giusta, quella di buon senso.
Bella ed apprezzabile e che sicuramente espone meno.

Quanta "crisi" ti ha procurato scrivere le canzoni di Vigilia e la ricerca delle sonorità di Memorabilia?
Quanto è faticoso scrivere e decidere di racconatare se stessi a gli altri, anche estranei?
Quanto metodo serve per poter far sì che questo non sia un "diario" ma un opera?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 1:19 pm

è ovvio che mancava un NON...

di NON averti offeso.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 1:52 pm

Cara Tafunk,
non preoccuparti, ho attraversato altre burrasche... anzi, devo dire che mi fa davvero molto piacere questo vostro nuovo interesse e se posso migliorarmi, ben venga. Ma vado al dunque.

In generale rispondo che la cosa più bella che mi ha insegnato Battiato sulla scrittura (dico direttamente, non con l'ascolto ma attraverso il dialogo) è stata questa: non preoccuparti del come ma del cosa.
Credo che questo dica già tutto. Una canzone, prima del suo arrangiamento e del suo "come" è scritta per dire "qualcosa". Battiato, nel panorama musicale italiano e non solo è unico, ovvio che se c'è qualcuno che segue quella via, fa quelle scelte sonore, risalta in modo eclatante. Ma in giro ci sono centinaia di Bob Marley e nessuno fiata, migliaia di Pausini e nessuno parla, per non parlare dei casi Negramaro/Modà, Capossela/Waits o tutti quei cantanti che fanno il verso a Stevie Wonder. Ma se le canzoni sono belle, importa qualcosa? Ecco, a me no.

Non ho mire di successo da stadio, non ho mai avuto necessità di esposizioni esagerate. L'esperienza con Morgan è stata molto bella, formante e affascinante ma spesso forzata. Su questo esprimo il mio dissenso: io e Morgan siamo molto diversi musicalmente e quello che sentite di simile sono semplicemente le stesse fonti. Lui è un citazionista (troppo spesso senza indicare la fonte...), io no. Lui sa essere un rocker, io no. Lui ha fatto pochissime cose "piano" (per usare un termine tecnico musicale), io quasi tutto... Se poi entrambi usiamo il mellotron (vedi Amore Assurdo e Avevi Freddo) è perché siamo fan dei Beatles e degli XTC. Ma potrei citarvi centinaia di artisti che hanno questo stesso gusto. Meno male, no? :-)

Dunque, quando si fanno critiche del genere bisognerebbe avere un bagaglio di ascolto molto ampio. Sapete che ne Il Minuto Secondo c'è molto anche dei Genesis? o di Jonsi (in particolare in Canto alla Durata)? ...e via discorrendo... Magari chi non conosce Battiato e Morgan ma solo i Genesis e Jonsi noterà solo questi ultimi due...!!
perciò, ascoltiamo le canzoni, se ci trasportano in mondi nuovi sarà una bella esperienza. In caso contrario, bhe, c'è un mare di musica in giro pronta a farci sognare...!!

Infine rispondo alle tue bellissime domande, in un'unica risposta:
Nel caso di un paio di canzoni di Vigilia sono stato proprio male e le canzoni sono state una specie di esorcismo. Parlo di Questo strano abisso e Avevi freddo. Mi sono spesso domandato cosa sia questa spinta a "voler dire", questa specie di bisogno fisiologico, questo spesso struggente desiderio di mettere insieme i pezzi della mia vita o di un'esperienza forte e gridare al mondo una sofferenza o un sorriso. me lo sono chiesto ma non so assolutamente darmi una risposta.
Quanto al metodo, io passo ore e ore, ho passato giorni, nottate, mesi... Alla fine sono riuscito a fare un disco completamente da solo (Il Minuto Secondo è scritto, prodotto, suonato e arrangiato da me) ed è insieme un tormento, una fatica ma anche assolutamente un'estasi.
Mi spiace essere stringato ma per raccontare di questi stati dell'essere così profondi senza essere scontati o, peggio, banali, ci vorrebbe un libro intero...

Ti lascio con una battuta di Battiato:
"C'è gente che ha lo stesso colore degli occhi, magari lo stesso colore dei capelli, gente che si somiglia per il sorriso, o per la forma del corpo. Altri per il timbro vocale!"

Cari saluti
FC
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 2:27 pm

Intanto grazie mille per la risposta..

Credo di aver capito cosa mi stai dicendo ma temo di non riuscire a farmi a capire..
forse è questione di tempo
Forse della mia non capacità di espressione
forse del fatto che involontariamente ci siamo arenati ognuno sulla sua spiaggia.
Forse perchè sbaglio.

Questo strano abisso e avevi freddo sono le mie preferite perchè ho visto la tua impronta digitale.
Lì, seppur non conoscendoti, ho percipo un qualcosa che solo quel cantante, quella voce e quella musica potevano essere.
Un firma definita, chiara sicura.
Uno stile che poteva distinguarsi da quello di qualsiasi essere umano perchè tuo e quindi unico.

I miei NON sono paragoni di similitudine.
Quello ho sentito non è UN "è uguale a..."
E' altra cosa.

E' quella cifra stilistica , quella firma che è tua e che in uno strano abisso ,essendo la prima canzone , ben presenta. con l'andare nel disco.,IO, me, una donna tra tutte, in alcuni punti la perde.

non stò parlando di influenze.

Ascolto volentieri le tue canzoni e non ho messe vicine a qualcos'altro.
non sono partita con idee o preconcetti

Questa cosa di "inciampo" è successo proprio ascoltanto le tue canzoni e lascinadomi trasportare dalle immagini che mi evocavano..
Proprio seguendo il filo rosso della tua firma.

Non è questione di uguale a.
e' vero è pieno di generi, musicisti, cantanti, che hanno uno stile simile l'uno con l'altro.
Non è questione di canzone bella o brutta.
e' altro

dici che è caso che "questo strano abisso" sia la canzone che mi ha colpito di più?
forse sì.
o forse perchè lì ed in avevi freddo c'è uno spirito speciale ed unico.
forse può essere successo che quello spirito io non sono stata capace di coglierlo nelle altre canzoni...
Può essere.

Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 3:29 pm

PS: atra cosina giusto per chiarezza.
Mai considerato un genio Morgan., nè uomo di cultura infita.
Mai considerato l'uomo dell'originalità
Ho un rapporto speciale con Metallo non Metallo perchè è lagato a tante cose...
Apprezzo delle cose ma ben lontano da esserne una fan.

Battiato
il mio approccirmi a lui ed il piacere che alcune sue canzoni è pari a quello di qualsiasi italiano medio di 32 anni.
Non ne sono particolarmente appassionata.
Per dire il 23 è a Torino per un concerto pure gratis.
Se riesco vado... ma temo di non riuscire e non faccio carte false.

quindi decisamente non ricerco loro quando sento qualcosa
nè ascolto loro come musica principale.
Anzi...
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Lùthien

avatar

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 18.05.12
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 5:52 pm

Grazie mille per la risposta sul sonetto, sei stato gentilissimo!
Avevo fatto la domanda perché, abituata ai sonetti italiani, non avevo riconosciuto il modello shakespeariano: per renderlo riconoscibile, per lo meno a chi ha un minimo di famigliarità col genere, bisognerebbe scrivere meglio il testo sul sito ufficiale, lasciando uno spazio che divida le tre quartine e il distico finale, e soprattutto andando a capo dopo "unlucky activity" Very Happy
Ho apprezzato moltissimo ciò che avete fatto, scrivere e musicare un sonetto per poi utilizzarlo come elemento di connessione tra le due parti dell'album, quindi complimenti a te (posso darti del tu? vabbè, ormai l'ho fatto) e a Mauro Mazzetti (è sua anche la traduzione italiana?).

Riguardo alla questione sollevata da Gaufrette e in particolare riguardo a questa parte della tua risposta:

Citazione :
Anche le canzoni di Sting e degli XTC che fanno parte di Memorabilia hanno quell'aria, nonostante siano state scritte negli ultimi vent'anni

volevo aggiungere che questa continuità, la stessa, come dici tu, "aria" anche nelle canzoni più moderne l'avevo avvertita, quindi ecco, credo che il tuo intento almeno nel mio caso sia stato raggiunto. In realtà in una prima versione del mio messaggio sull'altro forum avevo scritto proprio che sentivo così forte il legame tra i vari brani di memorabilia che nella famosa serata vittoriana ci avrei inserito tranquillamente anche qualcuno che cantava "Frivolous Tonight" senza che la cosa stonasse minimamente, ma siccome sembravo già abbastanza squilibrata col mio film mentale sulla casa vittoriana ho preferito tralasciare Very Happy

Altra domandina (non odiarci): come mai hai scelto la versione in inglese (Silent Worship) dell'aria di Händel invece di quella in italiano? perché è adattata per piano e voce o magari solo perché ti garbava di più?

Ah, per favore, sorvoliamo sul mio lapsus linguae (o calami) sul liberty e il regency, che ha fatto finire off-topic pure la discussione sull'altro topic, perdonatemi tutti Embarassed

Grazie mille ancora, per le risposte e soprattutto per il disco!

Lucia
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Ven Mag 18, 2012 10:38 pm

Cara Lucia,
grazie a te, per la presenza e il contributo e per gli apprezzamenti. Diamoci pure del tu senza problemi...

Vado dritto a rispondere alle tue domande.
La prima: sì, la traduzione in italiano di I don't love you è sempre di Mauro Mazzetti (e in effetti è stata riadattata perché "suonasse" anche in italiano, non si tratta di una traduzione letterale). Aggiungo che hai ragione sulla disposizione del testo sul sito, in genere sono molto puntiglioso su queste cose ma a volte la mole di lavoro generale fa tralasciare cose del genere che in realtà sono invece importanti. Senza'altro lo farò mettere a posto.

Quanto a Silent Worship, ho scelto la versione in inglese semplicemente perché, nel tempo, è stata la prima che ho ascoltato e l'avevo imparata così. Poi ho visto Gwyneth Paltrow e Ewan McGregor cantarla piano e voce in un film e mi è sembrata la cifra giusta per il mio progetto. Il controcanto della loro versione è lo stesso che sentite nella mia, dove mi auto-doppio.

Grazie ancora,
F
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
liut

avatar

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Sab Mag 19, 2012 10:24 am

io vi amo tutti...anche se ho perso il filo righe e righe fa! ah ah ah
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
bellaprincipessa

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 07.03.12
Età : 44
Località : Roquebrune Cap-Martin (France)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 9:27 am

silvia, la posso fare io a Fabio la domanda che ci siamo poste ieri in macchina?
Fabio ma.... il profumo di giacinto e la carta di giornale per le caviglie????
Questa devi spiegarcela assolutamente! Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 10:43 am


Certo.
Col passare degli anni selezioniamo solo i bei ricordi... nel senso che tendiamo a ricordare solo cose piacevoli, commoventi per affetto. Ecco, i miei malanni si curano con quei ricordi, il giardino di mia madre e l'odore del giornale di mio padre.

:-)
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
bellaprincipessa

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 07.03.12
Età : 44
Località : Roquebrune Cap-Martin (France)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 12:28 pm

che bella immagine... grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
liut

avatar

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 1:25 pm

che materialiste che siamo....pensavamo a impacchi veri e porprio (veramente io ho chiesto a Princi cosa fosse il giacinto Suspect
che bella immagine veramente!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
bellaprincipessa

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 07.03.12
Età : 44
Località : Roquebrune Cap-Martin (France)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 1:32 pm

già, avevo anche pensato ai fiori di bach...

meno male che Fabio é un poeta...
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 1:50 pm

io avevo pensato alla carta di giornale che si usa per coprirsi dall'umidità quando si scende in bici
e l'odore di giacinto nei giardini mentre si cammina...

Anche i miei odorano uno di carta di giornale e schiuma da barba e l'altra di fiori ed erba e sapone.. (la mia mamma profuma di sapone e crema!)
La domenica di sole vederli nel prato uno che legge e l'altra che traffica nella terra mi scalda il cuore.


come è andata ieri?
Dal palco dico?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
liut

avatar

Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Lun Mag 21, 2012 2:33 pm

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kia-Fluon
Admin
avatar

Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 25
Località : Veneto

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Mar Mag 22, 2012 5:16 pm

liut ha scritto:
Spoiler:
 
Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://www.facebook.com/ChiaraKiaC
Lùthien

avatar

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 18.05.12
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Mar Mag 22, 2012 10:00 pm

Fabio Cinti ha scritto:

La prima: sì, la traduzione in italiano di I don't love you è sempre di Mauro Mazzetti (e in effetti è stata riadattata perché "suonasse" anche in italiano, non si tratta di una traduzione letterale).

Sìsì, avevo notato, e della versione italiana mi ha colpita, sin dal primo ascolto, il concetto di "stemperare la cupezza del cuore": "l'arte è quella sfortunata attività che in passato stemperava la cupezza del cuore", passerei la giornata ad ascoltare questa frase :-D


Fabio Cinti ha scritto:

Poi ho visto Gwyneth Paltrow e Ewan McGregor cantarla piano e voce in un film e mi è sembrata la cifra giusta per il mio progetto. Il controcanto della loro versione è lo stesso che sentite nella mia, dove mi auto-doppio.

Ora son proprio curiosa di risentire il duetto del film in parallelo al brano! (per chi non avesse visto il film: si tratta dell'adattamento da "Emma" di Jane Austen del 1996, e su youtube dovrebbe trovarsi anche solo la parte del duetto Paltrow-McGregor).

Grazie ancora per tutte le spiegazioni e le informazioni sul disco che stai fornendo e complimenti per il concerto di sabato, su cui sto leggendo un sacco di commenti entusiasti :-)
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Tafunk

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 38
Località : Ivrea(TO)

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Mar Mag 22, 2012 11:09 pm

si grazie davvero!!!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Fabio Cinti

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 05.03.12

MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   Mar Mag 22, 2012 11:11 pm

Sono qua per voi.
Sono io a ringraziarvi. Se imparo qualcosa anch'io non posso che giovarne.

FC
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: A domanda rispondo...   

Tornare in alto Andare in basso
 
A domanda rispondo...
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Mi presento, e dopo vorrei aprire una domanda in un apposita sezione

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Fabio Cinti :: Chi sono :: Appunti per un magnifico presente-
Andare verso: