IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 L'Esempio delle Mele, la recensione di Shiver (Marzo 2011)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mede@
Admin
avatar

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 12.10.11

MessaggioTitolo: L'Esempio delle Mele, la recensione di Shiver (Marzo 2011)   Ven Ott 14, 2011 7:59 pm

Ecco la recensione di Cristian Zaffaroni pubblicata su [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

“Fabio Cinti nasce artisticamente a Roma, dove ha vissuto per diversi anni. Grazie all’incontro e alla collaborazione con l’amico Mauro Mazzetti (poeta e filosofo romano), inizia a scrivere i primi testi che andranno a far parte del suo primo album L‘esempio delle mele. Nel 2005 la vita artistica (e non solo quella) di Fabio cambia radicalmente grazie all’incontro con Morgan, che da subito rimane impressionato dalle sue doti artistiche ed dagli interessi in comune. Subito si instaura una profonda amicizia suggellata da palchi condivisi, produzioni ed idee: per questa ragione Cinti decide di trasferirsi definitivamente a Milano.

Dopo diversi anni di lavorazione, finalmente l’atteso album d’esordio, prodotto dallo stesso Cinti con la collaborazione di Morgan, in soli tre pezzi, Danilo Lo Santo, Giovanni Mancini (chitarrista de “Le Nuove Logiche”, band che l’accompagna da sempre nei suoi concerti) e Livio Magnini (nella parte del fonico in alcuni pezzi). Ma oltre a loro si avvale anche della collaborazione di diversi importanti artisti grazie ai quali il lavoro è reso più prezioso ed intenso.
La sua voce ricorda quella del Maestro Franco Battiato, la profonda ammirazione e la conoscenza delle sue opere in questo lavoro è abbastanza evidente.
Non è solo il Maestro Battiato che ispira l’album in questione, dentro c’è un mondo di idee, intuizioni geniali, ed un’importante personalità nella stesura dei testi, grazie anche alla collaborazione del già citato Mauro Mazzetti. Il primo singolo estratto, prodotto da Morgan, è “Bow House”, che si avvale della collaborazione di Elisa Rossi (cantante conosciuta nella seconda edizione di X-Factor) . Un bellissimo brano di pop psichedelico che oltre a citare nella prima strofa “Our House” dei CSN&Y, ha un incedere che ricorda “Lucy in the Sky with diamonds” dei Beatles.
“Amore elettrico”, secondo brano prodotto da Morgan ed arrangiato con la collaborazione di Massimo Martellotta (Calibro 35), è di sicuro la canzone più conosciuta e forse una delle prime composte. In questo caso la psichedelia lascia il posto al pop elettronico, con chiari rimandi ai Bluvertigo e Battiato (soprattutto), che ha il pieno merito di avere un testo che entra subito in testa e non ne esce facilmente. Sfido chiunque a non trovarsi a canticchiare il ritornello “Lo sai che ci vorrebbe un accumulatore per l’amore/un dolce macchinario per mettere a riposo il vecchio cuore”.
Questo è un album denso di collaborazioni dicevamo. Ad esempio è assolutamente degna di nota quella con Pasquale Panella nella stesura del testo “Il punto di vista”, un altro brano molto vicino alle sonorità tanto care a Battiato. Ma le sonorità ed i rimandi sono ben diversi tra di loro: “Trisha Mary”, ad esempio, è un brano molto vicino alle sonorità dei Kinks, mentre il Bowie di Space Oddity si avverte in “Eccessi”, sicuramente il brano più toccante del cd. Nell’album è presente anche la cover di “Cuccuruccu paloma” di Caetano Veloso, in una rilettura molto più lenta dell’originale.

Ci troviamo al cospetto di un esordio discografico importante che non può e non deve essere ignorato da chi ama la musica cantautoriale. Auguro a Cinti un futuro importante nel panorama musicale, ormai povero di esordienti così talentuosi e raffinati. Per quanto mi riguarda, non si tratta solo di un augurio ma di una certezza.”


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
L'Esempio delle Mele, la recensione di Shiver (Marzo 2011)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Roger Waters: The Wall Live - 4/4/2011 Milano
» Foto delle vostre ferie.
» cole clark
» chitarra zen (P. Toshio Sudo)
» Eric Bibb: Booker's Guitar

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Fabio Cinti :: Rassegna Stampa (Recensioni Album - Interviste)-
Vai verso: